Varie le iniziative in tempo di Covid a Brescia, presso l’Istituto Don Bosco.

In primo piano le attività e le riflessioni legate alla dimensione propriamente pedagogica e formativa.

Ci sembra di poter affermare che la scuola ha fatto il possibile anche in questo ambito e che don Bosco è uscito vincitore sul covid.

Tutti i settori hanno garantito anzitutto il Buongiorno, quell’appuntamento di familiarità e formazione che scandisce le nostre giornate e dà ad esse il tono salesiano per eccellenza. Registrati o in diretta, al mattino o nel primo pomeriggio, i Buongiorno non sono mai mancati ai nostri giovani, e i professori vi hanno contribuito con passione e inventiva sotto il coordinamento dei Catechisti della scuola.

Abbiamo promosso anche compagnie e ritiri. Si trattasse del Triduo pasquale o della novena alla Ausiliatrice; dell’incontro mensile della Compagnia (i nostri gruppi associativi e di interesse) o della verifica annuale del percorso; fino ai Ritiri a Distanza in cui docenti ed ex-allievi hanno guidato i ragazzi in tappe di condivisione e riflessione spirituale, non è mai mancata la proposta di qualità.

E la risposta? La risposta è mancata? Questo è l’aspetto più incredibile. Mentre scoprivamo la fatica affrontata da colleghi in altre scuole, dovuta alla scarsa partecipazione degli alunni alle lezioni, noi possiamo dire con riconoscenza che i nostri ragazzi erano presenti non solo alle ore didattiche ma anche agli appuntamenti formativi. Segno che la proposta è gradita e significativa.

Interessanti anche le iniziative legate al mondo della didattica.

Il liceo scientifico ha continuato a promuovere concorsi e progetti, già avviati e programmati nei mesi precedenti il lock-down. Andando a realizzare una serata di presentazione in streaming, con buona partecipazione di famiglie e amici.

Molte di tali iniziative prevedevano l’uso di strumenti digitali, in quanto attività di avanguardia didattica e formativa, e proprio per questo motivo si è creata la condizione per arrivare al termine dei percorsi iniziati. Sfide on-line come il Corepla School Contestunità formative interne come Adotta Scienza e Arte; moduli di coding e programmazione su Scracht; approfondimenti di gruppo su materie scientifiche; concorsi legati alla Agenda 2030 o disfide artistico-letterarie come “La meta è partire”, realizzata grazie all’approccio del Mondadori Bookstore e ispirato al Patto di Brescia per la lettura cui abbiamo scelto di aderire (in attesa che il programma scuole venga avviato).

https://youtu.be/TYu9G9Dj1Uk

Alla scuola media U. Pasini, sono state organizzate delle interessanti gite a distanza, a metà tra storia, arte, natura e cultura.

Quale migliore esperienza che tornare indietro nel tempo esplorando il Castello di Gropparello, tra ponti levatoi, merlature, torri, cucine e…fantasmi? Questa iniziativa dedicata alle nostre Classi Prime, realizzata in collaborazione con l’Ente amministratore del Castello di Gropparello e con il supporto degli insegnanti di Storia, ha dato la possibilità ai nostri ragazzi di esplorare luoghi nascosti, ammirando antichi strumenti musicali, elementi artistici e architettonici unici, e ponendo infinite domande all’esperta guida che, in diretta, ci ha accompagnato alla scoperta delle bellezze del castello.

Ma questo non ci è bastato: visto il grande successo, perché non puntare ancora più in alto? Prende così vita il progetto “Firenze, la città del Rinascimento” dedicato alle Classi Seconde e creato totalmente dalla nostra scuola fondendo competenze digitali, tecnologiche e artistiche. Grazie ad un mix di tecnologie – video in realtà virtuale, ipervisioni, web meeting live, street view, ecc. – i ragazzi hanno potuto esplorare, nella nostra prima gita online, le meraviglie di Santa Maria del Fiore, del Battistero di San Giovanni, di Santa Maria Novella, del  Ponte Vecchio e del Corridoio Vasariano, del Palazzo Vecchio con il Salone dei Cinquecento, di Piazza della Signoria e degli Uffizi, accompagnati dal coinvolgente racconto e dall’esperienza della Prof.ssa di storia dell’arte Lucia Seghezzi.