Don Andrea Checchinato lavora presso i Salesiani di Don Bosco a Bologna d è l’incaricato ispettoriale per l’Animazione Vocazionale

1) Quali sono le iniziative più significative che avete organizzato nell’ultimo anno?

A livello di animazione vocazionale, una delle iniziative più significative che abbiamo organizzato sono stati gli esercizi vocazionali. Per esempio, presso il Colle Don Bosco abbiamo organizzato un ritiro in preparazione alla Quaresima, che ha visto la partecipazione di adolescenti e preadolescenti.

Abbiamo anche creato momenti residenziali di incontro tra i giovani e la comunità salesiana, dove i giovani pregano e si confrontano sulle loro scelte di vita.

2) quali sono le iniziative più rilevanti che avete organizzato nell’ultimo anno?

Tra le tante iniziative, quelle più importanti sono state la realizzazione dei cammini vocazionali ispirati al progetto salesiano nazionale: Grado, GxG e Grigio, gruppi di ricerca divisi per fasce d’età. Queste iniziative hanno visto l’organizzazione di giochi, momenti di riflessione e preghiera, momenti di condivisione e di socializzazione.

Un’ altra iniziativa importante è stata la creazione di veglie vocazionali a Chiari, Bologna e Sesto, che hanno visto le testimonianze di consacrati e coppie di sposi, che hanno raccontato la loro storia e la loro scelta vocazionale.

Si tratta di eventi ormai tradizionali nella nostra Ispettoria, che riscuotono sempre consensi e partecipazione.

3) Quali sono state le principali difficoltà che avete riscontrato quest’anno?

Sicuramente una delle sfide più grandi che abbiamo dovuto affrontare è stata l’organizzazione delle attività che hanno riguardato il Grigio, cioè la fascia dei giovani lavoratori universitari. I ragazzi, infatti, hanno faticato a partecipare alla iniziative e a collaborare tra loro. Le ragazze, al contrario, hanno aderito alle iniziative con diligenza e costanza.

Un’ altra difficoltà riscontrata ha riguardato le coordinazione delle suore e dei salesiani, che hanno dovuto lavorare insieme: è una sfida importante che porta con sé grandi frutti di testimonianza e di risposta vocazionale.

 

5) quali obiettivi vorreste raggiungere l’anno prossimo?

Per l’anno prossimo, vorremmo cercare di coinvolgere un numero sempre maggiore di case salesiane e cercare di spronare i ragazzi a partecipare con maggior frequenza agli incontri. Sarebbe anche molto positivo riuscire a coinvolgere anche le famiglie e a creare collaborazioni tra esse e i gruppi ricerca vocazionali.

*

Articolo realizzato durante il Corso di Comunicazione Sociale
dagli studenti delle nostre scuole, come progetto di alternanza scuola-lavoro