Pochi giorni prima di morire, il caro don Gianbattista Fanti ha mandato un piccolo video saluto a confratelli e amici. Abbiamo pensato che possa essere edificante divulgarlo, quale esempio di quella spiritualità semplice e profonda che deve contraddistinguere il salesiano secondo lo spirito di don Bosco.

Peraltro proprio nelle ultime feste natalizie l’Ispettore,  don Giuliano Giacomazzi, aveva fatto omaggio a tutti i confratelli del celebre testo “L’interiorità apostolica” (E. Viganò, LDC 2020). Ci sembra che i fioretti di tanti nostri confratelli, tra i quali don Fanti, sono come un ritratto vivo di questa interiorità, che è possibile raggiungere anche nella ordinarietà di una vita passata tra scuola e cortile.

Con questo filmato e con le parole da esso tratte, rendiamo dunque un omaggio fraterno a don Bosco e ai suoi figli. E teniamo acceso un ricordo pieno di gratitudine per chi è mancato in questi mesi lasciando dietro di sé una testimonianza vivida che ci sprona a continuare sui passi del nostro fondatore.

 

 

Bene! Vi saluto tutti. Ho dormito abbastanza, ma non troppo. La notte è sempre lunga e quindi è faticosa, però mi sembra di star meglio, ecco, quindi ho fiducia nel Signore, nelle vostre preghiere. Credo dopo tutto che sia importante fare sempre la volontà del Signore, qualunque essa sia, e io sono nelle sue mani. Qualunque cosa il Signore voglia da me sono qui. Vuol portarmi in Paradiso? Vai in Paradiso!